I.R.A.S.E.
 

Istituto per la Ricerca Accademica
 Sociale ed Educativa

Sede di BARI - Via Marchese di Montrone, 130  

tel. 360 826161 - 338 9089520 - fax 080 5237913

 

ALIQUOTA IRAP REGIONE PUGLIA 2008
VERSARE IL CONTIBUTO DELL’8,5% O DEL 9,5%???
 

L’art. 50 della Legge 24.12.2007 n. 244 (Finanziaria 2008) lascia intatta la disciplina speciale del metodo retributivo degli EE.PP., determinato dall’art. 10  bis comma 1 del D.Lgs. 15.12.1997 n. 446. Le novità ivi previste al comma 5) lett. h) rideterminano l’aliquota del 4,25% in 3,90% per i soggetti di cui al comma 1 dell’art. 16 D.Lgs. 446/’97, mentre le Istituzioni Scolastiche rientrano tra i soggetti del comma 2 dell’art. 16 D.Lgs. 446/’97.  

L’importante novità della legge finanziaria è esplicitata nell’art. 52 che di seguito si riporta integralmente:

“Ferma restando la disciplina ordinaria in materia di accertamento e di riscossione prevista dal decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446, a decorrere dal periodo d'imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2007, la dichiarazione annuale dell'imposta regionale sulle attività produttive non deve essere più presentata in forma unificata e deve essere presentata direttamente alla regione o alla provincia autonoma di domicilio fiscale del soggetto passivo. Con decreto di natura non regolamentare del Ministro dell'economia e delle finanze, da emanare entro il 31 marzo 2008, sono stabiliti i nuovi termini e le modalità di presentazione della dichiarazione IRAP e sono dettate le opportune disposizioni di coordinamento.”

In sintesi, non sono introdotte nuove disposizioni o l’abrogazione di precedente disciplina, se non relativamente alle modalità di presentazione della dichiarazione annuale.

 

La Legge Regionale n. 40 del 31.12.2007 - pubblicata sul B.U.R.P. 184 del 31.12.2007 - all’art. 6 stabilisce, invece, senza riferimento alcuno agli EE.PP.:

Al fine di assicurare la copertura dei disavanzi di gestione in materia di spesa sanitaria, a decorrere dal 1° gennaio 2008, l’aliquota IRAP di cui all’art. 16, comma 1, del decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446 (Istituzione dell’imposta regionale sull’attività produttiva, revisione degli scaglioni, delle aliquote e delle detrazioni dell’IRPEF e istituzione di una addizionale regionale a tale imposta nonché riordino della disciplina dei tributi locali), è aumentata di un punto percentuale. Per la finalità di cui al presente comma, è istituito, nell’ambito dell’unità revisionale di base 1.1.21 del bilancio di previsione 2008, apposito capitolo di entrata 1011063, denominato “Irap propria, co.1, articolo 16, d.lgs.446/1997 – collegato al capitolo di spesa 771095. La Giunta Regionale è autorizzata, con proprio atto, ad apportare le occorrenti variazioni al bilancio regionale.”  

 

Chiedersi quanto le scuole debbono pagare diventa quanto mai lecito, desta preoccupazione e perplessità. Occorre quindi condurre la ricerca in altre fonti, quali la rassegna stampa del sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate (www.fiscoggi.it) che, in data 28.01.2008, nell’articolo “Irap fuori da unico e senza interferenze fiscali” riporta:

La nuova misura dell’aliquota Irap

“…Nessuna modifica è stata prevista per l’aliquota Irap cui sono soggette le pubbliche amministrazioni (8,5%)”.

Evidente, dunque, che l’aliquota contributiva dovuta dalle scuole è confermata per il 2008 nella misura dell’8,5%.

La relativa modalità di versamento è invece radicalmente cambiata: occorre versare con il Mod. F24 – codice 3858 – con rateazione mensile, come disposto da circ. MEF 28.12.2007, n. 41 e da ris. Agenzia Entrate n. 51 del 15.02.2008 che allego alla presente, cui rimando per una attenta lettura.   

 

Buon lavoro

(penso ai play off, con Pisa, Lecce e Brescia)

    

DSGA Callea Carlo
Grazie a Pino Furio e Tonia Tataranni per la preziosa collaborazione

 
  torna a FOCUS

Copyright 2008 - info@irasebari.it